8 marzo 2021 all'Archimede

UN OMAGGIO A TRE DONNE CHE AMANO IL NOSTRO QUARTIERE

Il comitato cittadino “Porchiano Bene Comune” omaggia l’8 marzo ringraziando tre donne che hanno dato tanto al quartiere di Ponticelli: il Commissario Maria Maione, la Dirigente Scolastica Mariarosaria Stanziano e la Presidente FAI Antiracket Gelsomina Esposito

Stamattina, in occasione della festa della donna, il comitato cittadino di quartiere “Porchiano Bene Comune”, ha simbolicamente donato tre mazzi di fiori ad altrettante eccellenze femminili del quartiere Ponticelli.

Nel pieno del rispetto delle regole e delle prescrizioni dovute al COVID ed alla “zona rossa”, il Presidente del Comitato dell’area orientale di Napoli, Salvatore Palantra, accompagnato da due rappresentanti dello stesso - la signora Stella Di Pietro e l’architetto Vittorio Perdincolo – si sono recati stamattina all’esterno del commissariato di Ponticelli per omaggiare con un pensiero floreale le tre donne con la D maiuscola, in occasione dell’8 marzo. Una scelta non casuale il luogo e soprattutto le rappresentanti femminili di tre categorie che, già normalmente, vivono esperienze forti in un quartiere non facile e ancor di più in quest’anno di pandemia.

Le tre coraggiose donne,  che hanno dimostrato in molte occasioni l’amore e l’attaccamento al nostro quartiere, sono nello specifico la dottoressa Maria Maione, Commissario in forza proprio al commissariato della Polizia di Stato di zona, la professoressa Mariarosaria Stanziano, dirigente scolastica dell’Istituto Archimede, e l’imprenditrice Gelsomina Esposito, Presidente  dell'associazione  FAI Antiracket di Ponticelli.

Scelte dettate non solo per la storia personale delle tre donne ma anche come segnale di vicinanza alle categorie che loro rappresentano. Come nel caso della preside Stanziano, che forse più di tutte rappresenta in pieno un malessere generale a cominciare proprio dal mondo della scuola che lei rappresenta, o la signora Gelsomina, in rappresentanza non solo del coraggio dell’associazione antiracket ma anche del tessuto commerciale ed imprenditoriale del territorio. “Era per noi cittadini doveroso” – ha dichiarato il presidente del comitato Salvatore Palantra alla dottoressa Maione, da sempre punto di riferimento del quartiere soprattutto per tante donne vittime di violenza - “esprimere gratitudine e vicinanza a queste fantastiche donne soprattutto oggi ma ancor di più in questo luogo ed in questo momento particolare”.

Naturalmente l’appuntamento è all’anno prossimo sperando di poterci riabbracciare tutti.

Napoli, lì 8 marzo 2021